Inauguriamo la nostra sezione con le pagelle di Milan-Bologna, il match che è valso la qualificazione dei rossoneri al terzo turno preliminare di Europa League, di cui vi abbiamo già raccontato tutto in attesa di scoprire tutte le partecipanti e i relativi ranking Uefa.

Pagelle di Milan – Bologna

Donnarumma

Inoperoso tra i pali per praticamente tutta la partita, viene chiamato in causa solo di tanto in tanto per partecipare all’azione con i piedi. Pomeriggio decisamente sereno per il giovane portiere rossonero. Voto 6.


Gustavo Gomez

Poco impegnato in fase difensiva, il centrale prova a proporsi di testa nei calci d’angolo senza prendere la porta. Splendida la giocata a saltare Taider, che merita il replay. Voto 6.


Paletta

Molto preciso nelle poche volte in cui viene chiamato in causa dalle incursioni offensive dei felsinei, davvero rare. Voto 6.


Romagnoli

Una prestazione matura per Alessio che, poco impegnato in difesa, sa quando spingersi più avanti a dare manforte ai compagni. Voto 6,5.


Deulofeu (fino all’84’)

Partita a due volti per il catalano: poco creativo, perde moltissimi palloni dietro al tandem d’attacco Bacca-Lapadula. Portato più avanti, diventa più vivace e i suoi inserimenti impensieriscono la difesa rossoblu. Di pregevole fattura l’azione del gol. Voto 6,5.


Bertolacci (fino al 45′)

Sbaglia tutti i palloni che si possono sbagliare, al punto da spingere Montella a sostituirlo il prima possibile. Voto 4,5.


Montolivo

Partita ordinata per il centrocampista di Caravaggio, che mostra anche qualche buona incursione e recupera dei palloni mostrando una grinta che speriamo di vedere più spesso da lui. Voto 6,5.


Pasalic

Non riesce davvero a concludere e i suoi colpi di testa su calcio d’angolo finiscono sempre fuori, ma le sue incursioni impensieriscono la squadra di Donadoni. Utile per arrivare alle reti rossonere. Voto 6,5.


Vangioni

Fa il suo, soprattutto in fase offensiva, dal momento che le incursioni del Bologna sono davvero poco preoccupanti. Voto 6.


Bacca (fino al 57′)

Inizia bene con alcune giocate interessanti, serve a Lapadula un assist (probabilmente involontario) che poteva rendere le cose molto più semplici. Poi si spegne e scompare nell’ombra di sé stesso. Voto 5.


Lapadula

Ha grandi difficoltà a saltare l’avversario in marcatura, ma gli va riconosciuta la voglia di inserirsi all’azione e parteciparvi. Il gol che si divora dovrebbe essere punito dal codice penale, ma si fa perdonare lottando per tenere la palla in avanti e infine confezionando il 3-0 definitivo. Voto 6,5.


Mati Fernandez (dal 45′)

La differenza la fa il suo ingresso in campo: confeziona passaggi pregevoli e serve il delizioso assist dell’1-0 a Deulofeu, quello che cambia la partita. Piede educato e voglioso di fare, bene così. Voto 7.


Honda (dal 57′)

Ha giocato pochissimo e ha il contratto in scadenza tra un mese, ma onora il bisogno del Milan di tornare in Europa con una prestazione da professionista, inserimenti al veleno e una stilettata su punizione che supera Mirante. Arigato Keisuke! Voto 7.


Cutrone (dall’84’)

Esordio assoluto per la giovanissima punta del vivaio rossonero, che pur non avendo tempo di incidere (anche se rimedia un giallo ingenuo) potrà incorniciare la partita di oggi. S.v..