Come promesso, il ritorno di Gattuso al Milan è ufficiale. Vediamo le parole del comunicato diramato dall’AC Milan!

Ci siamo lasciati il 13 maggio 2012 con la promessa di ritrovarci. Ed eccoci qui, 5 anni dopo, di nuovo insieme. Rino Gattuso torna a casa. La sua, quella rossonera. Dopo 13 stagioni da giocatore con la maglia del Milan, questa volta vestirà un ruolo diverso, ma allo stesso tempo importante:

AC Milan comunica di aver affidato a Gennaro Gattuso la guida tecnica della squadra Primavera per le prossime due stagioni sportive.

Una sfida stimolante per un combattente come Rino. Tanto in campo quanto in panchina, come mostra il suo curriculum. Fa il suo esordio da allenatore in Svizzera, con il Sion. Dopo le brevi esperienze di Palermo e OFI Creta, per Rino è tempo di ripartire dalla Lega Pro. Per l’esattezza da Pisa. Con i toscani centra al primo anno (2015/2016) la promozione in Serie B dopo un’appassionante cavalcata play-off chiusa con il successo sul Foggia. L’anno seguente, però, complici le difficoltà del Club arriva il ritorno in Lega Pro. Ma questo è ormai è il passato, il presente si chiama ancora Milan.

Con la maglia rossonera ha collezionato 468 presenze, realizzando 11 gol. Tredici stagioni ricche di soddisfazioni, che hanno prodotto 10 titoli: due Champions League, un Mondiale per Club, due Supercoppe UEFA, due Scudetti, due Supercoppe Italiane e una Coppa Italia. Numeri che parlano da soli e che rendono il giusto merito a chi è riuscito a mettere con costanza, grinta e umiltà al servizio della squadra. Al servizio del Milan.

Il sito ufficiale segnala anche le dichiarazioni di Marco Fassone, AD rossonero: “sono molto legato a Rino. È un tassello professionale chiave per elevare la qualità di un asset fondamentale nel progetto Milan, ovvero la squadra Primavera, che è l’espressione significativa delle attività del settore giovanile rossonero”.

Il DS Massimiliano Mirabelli ha commentato “abbiamo fortemente cercato e voluto Rino Gattuso per affidargli questo ruolo. Gattuso non solo ha dimostrato di essere un allenatore preparato, ma è anche la persona giusta per trasmettere ai ragazzi della Primavera e all’intero Settore giovanile il senso di appartenenza ai colori rossoneri. Nessuno meglio di lui, che al Milan ha trascorso 13 stagioni e fa quindi parte della storia di questa squadra, può rappresentare questi valori”.

Prime parole anche per Rino: “sono felicissimo di questa occasione che mi è stata proposta da Mirabelli e dal Club. Torno a casa dopo 5 anni e affronterò questa nuova avventura con professionalità e la stessa grinta che mi ha contraddistinto, cercando di trasmettere ai ragazzi quelli che devono essere i valori di chi indossa la maglia rossonera”

Buon lavoro Ringhio, e bentornato in rossonero!