Mino Raiola continua a fare chiarezza, a modo suo, sulla vicenda Donnarumma, parlando con diversi organi di stampa. Dopo le dichiarazioni che vi abbiamo già riportato qualche ora fa, l’agente del giovane portiere ha parlato anche con Sky Sport, ribadendo che Gianluigi Donnarumma non è in vendita e commentando i titoli dei giornali di oggi, che parlano di un anno di tribuna in caso di mancato rinnovo per il portiere.

“Penso che Gigio, dopo la Nazionale, debba andarsene in vacanza sereno” ha dichiarato l’agente. “Lui è sereno, ci prendiamo il tempo necessario a fare le nostre considerazioni. Non c’è nessuna fretta, Gigio ha un altro anno di contratto. Non riesco a capire i giornali che vogliono affrettare una decisione che è importante, noi siamo in ottimi rapporti con il Milan. Non credo che Gigio possa essere mandato in tribuna, tutto è molto tranquillo e sereno. Montella può andarsene in vacanza serenamente, lui non fa il procuratore” si è anche concesso una battuta, in riferimento alle parole di Montella di oggi.

In merito alla data del prossimo incontro tra l’agente e la dirigenza rossonera per prolungare il contratto di Gigio, Raiola è stato molto chiaro: “io non faccio il mio lavoro tramite i giornali, se ci fosse in piano un incontro non lo direi di sicuro pubblicamente. Ci sentiamo molto spesso con il Milan. Abbiamo molti modi per stare in contatto, ci sentiamo con il Milan per molti motivi. Io non devo dettare i tempi al Milan e loro non devono dettare i miei. Non riesco a capire questo circolo mediatico, mi ero messo d’accordo con il Milan di non parlare più di Donnarumma.”

“Non ho parlato con tante squadre per richieste su Donnarumma, prima pensiamo a breve termine con il Milan, nessuno dice che abbiamo deciso di firmare o non firmare. Io voglio che il ragazzo rimanga sereno. Il Milan ha cambiato proprietà che non sarà neanche un mese fa e non è ancora cambiato nulla per noi. I valori dei giocatori sono fatti da chi compra, non da chi vende. Ora Donnarumma non è sul mercato e non ho bisogno di andare a bussare alle porte per chiedere chi sia interessato. Il Milan non mi ha detto di volerlo vendere, ma se riusciamo a prolungare il contratto, e questa è una domanda legittima, ognuno si prenderà il suo tempo.”

“Per fare un giudizio onesto, il tempo è una cosa fondamentale. Io mi astengo da giudizi sul mercato, giudico solo quello che posso vedere e su quali siano le volontà e il meglio per la carriera di Gigio. Non so se i tempi saranno brevi o lunghi, saranno quelli che saranno necessari. Siamo in contatto con il Milan e i rapporti sono buoni, non c’è nessun conflitto, ci prenderemo il tempo necessario. Questa è l’unica cosa che possiamo dire. Io di Donnarumma non parlo più pubblicamente, così tutti passeranno un’estate serena.”

Vedremo, nelle prossime settimane e anche dopo l’esame di maturità di Gigio, quali sviluppi ci saranno.