È un Vincenzo Montella raggiante quello che, dal Workshop con gli sponsor a Santa Margherita di Pula, parla dei progetti del nuovo Milan, decisamente ambiziosi. Dopo aver fatto il punto sulla questione Donnarumma, il mister rossonero si concentra ora sui top player e sulla voglia di tornare in Champions League del Diavolo.

“È stata un’annata positiva” ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport 24“si stanno gettando le basi per migliorare questa squadra. Siamo qui anche per raccogliere fondi per il mercato” ha poi scherzato il mister. “Se ci riusciamo, non dobbiamo scegliere un solo top player!”

A proposito di top player, i nomi fanno sognare i tifosi rossoneri, soprattutto quando Montella definisce Morata e Belotti non mutuamente esclusivi, ma come giocatori complementari. “Belotti e Morata sono complementari per le loro caratteristiche, sono entrambi giocatori molto forti. Tanti bravi giocatori vogliono venire al Milan, siamo una società che piace anche se il prossimo anno non giocheremo in Champions League.”

“Per il prossimo anno, il mio obiettivo e quello della società è qualificarsi in Champions League. Non sarà facile, visto che Roma, Napoli e Juventus sono avanti. L’Inter ha grandi giocatori, anche la Lazio ha qualcosa in più visto che ci è arrivata davanti. Bisognerà fare attenzione anche ad Atalanta e Fiorentina.”

Per completare il mercato in entrata, il Milan dovrà dare vita anche ad un affollato mercato in uscita, come vi abbiamo anticipato anche questa mattina“chi era in scadenza e i ragazzi in prestito ci hanno dato tanto, quest’anno. Molto dipenderà da come le cose evolveranno sul mercato. Sarebbe interessante averli ancora, ma dipenderà dalle dinamiche del mercato.”

Non so quanti giocatori ci serviranno per il prossimo anno, ma sicuramente dobbiamo aumentare la qualità se vogliamo puntare alla Champions. Con tre competizioni dovremo anche fare molto turnover” ha aggiunto il tecnico rossonero.

Il campionato è finito, ora la palla passa a Fassone e Mirabelli: la nuova dirigenza rossonera dovrà riportare il Diavolo ai livelli che il suo prestigio merita.