L’esperienza inglese di M’Baye Niang non è mai decollata, dopo un esordio che sembrava promettere bene. Il giocatore francese, andato via in prestito dal Milan dopo un periodo di sconcertante involuzione e soprattutto dopo essere entrato in campo svogliato in un momento in cui il Milan aveva bisogno del coltello tra i denti, tornerà in rossonero. Bisognerà vedere per quanto, però: al suo rientro in Italia, il francese incontrerà la nuova dirigenza per decidere il suo futuro e capire se potrà far parte del nuovo Milan.

A farlo sapere è stato lo stesso Niang, che ha parlato con L’Equipe. Nel corso della sua esperienza in Premier League, il ventiduenne ha accumulato 16 presenze con 2 assist e 2 reti, un gol ogni  627′. Complessivamente, tra Milan e Watford, la stagione 2016/2017 gli è valsa 34 presenze, con 5 assist e 5 reti, una ogni 475′.

Vedremo cosa si muoverà nelle prossime settimane, con il Milan che potrebbe servirsi di Niang come contropartita tecnica e con il francese che ha addosso l’interesse dell’Everton.