André Silva è uno dei talenti più cristallini che il Milan ha acquistato la scorsa estate e su questo anche i detrattori del portoghese hanno poco da obiettare: il portoghese ex Porto, pupillo di Cristiano Ronaldo, dà del tu al pallone in un modo che a Milanello non si vedeva da un po’, ma sta avendo parecchie difficoltà a trovare la via del gol in Serie A. Ecco, così, che i tifosi del Milan sono divisi, come al solito: c’è chi spera di venderlo subito a gennaio prima che si svaluti e chi invece spera che il portoghese abbia finalmente più occasioni e più minuti anche in Serie A. Ma cosa ci dicono i suoi numeri fino ad ora?

Ai gironi di Europa League, ha segnato una rete ogni 83′, facendo meglio di tutti.

André Silva è il capocannoniere dell’Europa League

Partiamo dalla competizione dove il portoghese sta rendendo al meglio, ossia l’Europa League: qui Silva è il capocannoniere del torneo ai gironi, con 6 reti realizzate. Se sommiamo quelle dei preliminari, arriviamo ad un totale di 8 reti.

In totale, André Silva conta 10 presenze, con 8 reti all’attivo e 718 minuti giocati. Significa che, nella competizione europea, il portoghese firma 1 rete ogni 89,75 minuti. Se ci limitiamo ai numeri del solo girone (quelli tenuti in conto dall’UEFA), allora segna una rete ogni 83 minuti.

Questi i top marcatori della competizione nella fase ai gironi:

andré silva miglior marcatore Europa League
André Silva è il miglior marcatore dell’Europa League nella fase ai gironi.

André Silva in Serie A

Come accennavamo in apertura, le cose si fanno più complicate in Serie A, dove però André Silva non ha mai trovato continuità né, praticamente, il posto da titolare. Di fatto, il portoghese ha dalla sua 12 presenze, ma i minuti giocati in campionato sono solamente 589. Significa che, tenendo conto dei minuti, arriviamo a 6,5 partite effettive giocate, con 0 gol all’attivo. Di questi minuti, buona parte (essendo riserva) arrivano soprattutto nei finali di partita, dove spesso il risultato è già deciso e il portoghese non è riuscito né ha potuto incidere.

André Silva e Patrick Cutrone, i due giovani gioielli dell’attacco rossonero.

In queste 12 presenze, Silva ha eseguito 16 tiri e 2 assist per i compagni. Vediamo, però, come sono suddivisi i minuti giocati nel girone d’andata vissuto dai rossoneri e quale risultato figurava sul campo nel momento dello schieramento del portoghese.

  • Crotone-Milan: 29′ (risultato di 0-3)
  • Milan-Cagliari: 0′
  • Lazio-Milan: 0′
  • Milan-Udinese: 0′
  • Milan-Spal: 90′
  • Sampdoria-Milan: 0′
  • Milan-Roma: 90′
  • Inter-Milan: 90′
  • Milan-Genoa: 90′
  • Chievo-Milan: 10′ (risultato di 1-4)
  • Milan-Juventus: 13′ (risultato di 0-2)
  • Sassuolo-Milan: 0′
  • Napoli-Milan: 45′(risultato di 1-0)
  • Milan-Torino: 90′
  • Benevento-Milan: 0′
  • Milan-Bologna: 22′ (risultato di 1-1)
  • Verona-Milan: 33′ (risultato di 2-0)
  • Milan-Atalanta: 8′ (risultato di 0-2)
  • Fiorentina-Milan: 18′ (risultato di 1-0)
  • Milan-Crotone: 0′
  • Cagliari-Milan: 0′

Viene quindi evidenziato dai dati che raramente il portoghese abbia potuto disputare una partita intera e in moltissimi casi (Chievo-Milan, Milan-Juventus, Milan-Atalanta, ad esempio) è entrato in campo solo agli sgoccioli del tempo di gioco.  Ovviamente, vale anche la pena evidenziare che nelle gare complete giocate contro Roma, Inter, Torino e Spal non ha trovato la via della porta, cosa che invece gli riesce molto facilmente in Europa League.

Sarà necessario avere pazienza per vedere quale sarà il suo rendimento in campionato una volta che avrà acquisito maggior regolarità, in una squadra in cui, in una stagione storta, ricordiamo che in tantissimi, da Leonardo Bonucci a Nikola Kalinic, stanno facendo registrare il rendimento peggiore della loro carriera. E sarà necessario avere pazienza, e non fretta, anche perché il Milan ha già sbagliato a dare via precipitosamente quel Pierre-Emerick Aubameyang che oggi vorrebbe indietro a qualsiasi costo. Ha fatto lo stesso con Simone Verdi, ora cercato dal Napoli, ed ha fatto lo stesso con Bryan Cristante, per citarne solo alcuni.

André Silva e il Portogallo

Con la nazionale maggiore del suo Paese, André Silva a 22 anni ha messo insieme 18 presenze, segnando 11 reti e disputando in campo 1.358 minuti. Significa un gol messo a segno ogni 123 minuti.

André Silva è arrivato al Milan ufficialmente il 12 giugno scorso, risultando il quarto acquisto dell’estate rossonera. Il club di Yonghong Li ha pagato il suo cartellino 38 milioni di euro, mentre la clausola rescissoria voluta dal Porto era di ben 60 milioni.