È di oggi l’annuncio ufficiale del nuovo accordo tra MilanPuma, con la casa di Herzogenaurach che sarà il nuovo sponsor tecnico del Diavolo. Avevamo già analizzato in un articolo, che trovate qui sotto, come si piazzerebbe il Milan in Serie A se venissero confermati i numeri delle indiscrezioni. Le informazioni sono state ancora una volta confermate, in data odierna, da Calcio e Finanza, che ribadisce quanto già detto dal Milan: l’accordo con Puma non sarà peggiorativo rispetto a quello con adidas.

Milan-Puma e le possibili cifre: quanto prendono le altre big dagli sponsor tecnici?

L’indagine su Milan-Puma

Prima di tutto, Calcio e Finanza ha appreso che l’accordo Milan-Puma avrà durata quinquennale, salvo rinnovi. La casa tedesca, quindi, vestirà i rossoneri fino alla stagione 2022/2023. La testata parla di «accordo nettamente migliorativo» rispetto a quello dell’ultimo anno con adidas, che aveva via via ridotto le cifre con il calare di livello del prestazioni sul Milan—che galleggia nella sufficienza da oramai un decennio.

Bonus compresi, il Milan può incassare quanto prendeva da adidas negli anni d’oro del sodalizio.

La fonte dichiara che la base di partenza è inferiore a quella del contratto in essere con adidas, ma il risultato finale può raggiungere le cifre che il Milan incassava dalla stessa adidas quando il loro sodalizio era al top. I bonus saranno legati sia ai risultati sul campo, sia alla vendita di merchandising Puma—il che significa che dipenderanno anche dai tifosi e dal loro supporto.

Infine, Calcio e Finanza conferma che l’accordo che Milan-Puma sarà il secondo più ricco della Serie A, dietro solo a quello tra adidas e Juventus. Oltretutto, il Milan sarà l’unica squadra in Italia per il gigante tedesco dell’abbigliamento sportivo, motivo per cui ci si aspetta una partnership completamente dedicata.