Ad un anno dal closing, Marco Fassone ha parlato del mercato che il Milan sta progettando in vista della prossima stagione, facendo sapere che come è ovvio che sia non ci sarà una nuova rivoluzione, ma qualche acquisto mirato a migliorare la qualità della rosa. Inoltre, ci saranno anche delle cessioni, ma è esclusa quella di Donnarumma, a meno che non sia lui a chiederla.

«Il Milan avrà un consolidamento della sua rosa» ha spiegato l’AD, «possiamo comunque dire che circa l’80% o 90% dei giocatori abbia reso in linea o sopra le aspettative. Non avremmo comunque potuto spendere 240 milioni se non fossero state fatte alcune cessioni, che non erano per niente scontato, oltre ad una serie di plusvalenze vere, su giocatori non semplici. Mirabelli ha fatto un grande lavoro. Ora arriveranno correzioni progressive: i tifosi possono aspettarsi 2-3 giocatori nuovi nei punti che riteniamo critici.»

Anche nella prossima sessione di mercato ci saranno effettivamente delle uscite, anche se Fassone, dopo aver fatto sapere che il Milan terrà Donnarumma a lungo, a meno che il portiere non chieda di andare via, non si è sbilanciato troppo, precisando che le cessioni non saranno legate a motivi di bilancio: «numeri alla mano, a livello finanziario, non avrei l’obbligo di fare delle cessioni, ma avendo fatto un punto della situazione con il DS e l’allenatore, posso dirvi che ci saranno entrate e uscite.»