Il rifinanziamento del debito del Milan e di Yonghong Li si farà. A riferirlo è l’AD Marco Fassone, che nel primo compleanno della proprietà cinese rossonera ha fatto il punto della situazione: «il rifinanziamento si farà, ad essere ancora in discussione sono le modalità. Ci sono tre opzioni che Mister Li sta valutando, non abbiamo urgenza di farlo domattina, ci sono ancora sei mesi. Mi sento abbastanza sereno sul fatto che avvenga nei tempi previsti e con sufficiente margine per non arrivare ad ottobre.»

«Certo, poi se si arrivasse ad un finanziamento su cinque anni, anziché su sei mesi, dovrei fare meno salti mortali per le licenze nazionali e internazionali, ma ci convivo. L’appoggio della proprietà c’è sempre stato, gli innesti di capitale sono continuativi e frequenti, ci hanno consentito di lavorare senza mai arrivare al fondo del barile. Ripeto che comunque l’auspicio è quello di non arrivare ad ottobre: se chiudessimo un paio di mesi prima, magari quattro, sarei più sereno. Nel giro di una settimana-dieci giorni dovremmo ricevere da Merrill Lynch la proposta definitiva che sottoporremo a mister Li.»