Calciomercato Milan, rinnovo o cessione: il ruolo di Mendes è decisivo

Il ruolo di Jorge Mendes è decisivo nella trattativa che sta conducendo il Milan: finirà con il rinnovo o con la cessione

La sconfitta del Milan a Torino deve far riflettere il club su quanto la panchina sia giustamente lunga per affrontare tre competizioni. L’ideale per Pioli sarebbe avere almeno diciotto giocatori dello stesso livello. La mentalità, l’identità di gioco che hanno i rossoneri, a volte, possono non bastare. Servono i gol, la qualità per portare a casa certe partite. Sono comunque tanti i giocatori monitorati da Maldini e Massara, che cercano occasioni sul mercato per i prossimi mesi per alzare il livello.

Florentino Perez Jorge Mendes
Florentino Perez e Jorge Mendes (©ANSA)

Uno di questi è Marco Asensio, che sta vivendo il periodo più complicato della sua carriera. C’è tanta incertezza sul futuro del trequartista spagnolo, che ha il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno 2023. E’ vicino all’addio a parametro zero e il Milan è uno dei club interessati a ingaggiarlo, ma sono sorte delle novità sulla trattativa per il rinnovo con il Real Madrid.

Milan, la trattativa Asensio-Real e il ruolo di Mendes

Secondo quanto riferito da TodoFichajes.com, il Real Madrid ha offerto a Marco Asensio un rinnovo di tre anni con un ingaggio al ribasso. Un’offerta che Jorge Mendes non considera all’altezza: il trequartista spagnolo sembra disposto ad accettare, anche se il super agente gli ha detto di aspettare. Ci sono altre offerte dalla Premier League che non soddisfano appieno le esigenze economiche di Asensio.

Asensio
Asensio (©ANSA)

Se non dovesse esserci un accordo, il Real Madrid metterebbe sul mercato Asensio a gennaio, per evitare che rinforzi il Barcellona a parametro zero. Il Milan in questo senso è in attesa, non ha ancora formulato un’offerta, ma Maldini monitora la situazione consapevole che il giocatore potrebbe alzare il livello qualitativo della rosa di Pioli.