“Il primo scandalo”: che accusa al Milan, ma la Juventus…

Grave accusa nei confronti del Milan dopo l’ultimo turno di campionato, anche se la Juventus avrebbe qualcosa da ridire in questo caso

Il Milan nell’ultimo turno di campionato ha battuto la Fiorentina 2-1 grazie ai gol di Rafael Leao e l’autorete di Nikola Milenkovic. L’arbitraggio di Sozza è stato molto contestato dalla viola e anche dai tifosi delle altre squadre. Ci sono state delle polemiche per il contatto tra Tomori e Ikone, che il direttore di gara ha ritenuto non fosse fallo da calcio di rigore. Ma anche in occasione dell’autogol del difensore serbo, dove Rebic e Terracciano hanno avuto un contatto mentre erano in ‘volo’.

Milan
Milan (©ANSA)

Di questo ha parlato Francesco Fimmanò, legale della Salernitana. Dichiarazioni alquanto discutibili considerando i precedenti che il club granata ha avuto all’Allianz Stadium con la Juventus e le successive critiche all’AIA e a come viene gestito il VAR. La tecnologia è infatti uno strumento delizioso, ma viene comunque gestito da ‘umani’.

Milan
Milan (©ANSA)

Milan, l’accusa del legale della Salernitana

Francesco Fimmanò, legale della Salernitana, ha parlato ai microfoni di TeleVomero di Milan-Fiorentina: “Partita assurda, è stato il primo scandalo del campionato. Le sorti della Serie A ce l’ha in mano il Napoli, che se non perde le ultime quattro del girone d’andata vincerà lo scudetto e la lotta sarà chiusa”. Parole chiarissime, certo, che non hanno bisogno di ulteriori interpretazioni.

La Juventus, tuttavia, avrebbe qualcosa da ridire ricordando il gol di Milik annullato per fuorigioco con la Salernitana allo Stadium. Un fuorigioco inesistente, visto che c’era Candreva fuori dall’immagine a disposizione del VAR e avrebbe permesso ai bianconeri di battere i granata 3-2 con il gol del centravanti polacco. Un errore ammesso dalla stessa AIA che ha fatto infuriare i bianconeri per quello che potrebbe essere chiamato uno scandalo.