Carlo Ancelotti, via dal Real per una Nazionale: può accadere davvero

E’ la notizia del giorno, Carlo Ancelotti accostato a una delle panchine più prestigiose al mondo. L’indiscrezione è davvero affascinante

Quella appena cominciata è l’ultima settimana del Mondiale in Qatar. Compresa la finale per il terzo e quarto posto mancano ancora quattro partite alla conclusione del torneo che, per la prima e forse unica volta nella storia, si sta disputando in inverno con conseguente stop alla programmazione calcistica nazionale e internazionale.

Carlo Ancelotti candidato alla panchina del Brasile
Carlo Ancelotti candidato a c.t. del Brasile – Milanweb.it

Non sono mancate le sorprese in Qatar. Emblematici i due accoppiamenti delle semifinali con Croazia e Marocco, non certo tra le favorite, opposte a Argentina e Francia.

Un Mondiale che ha significato la fine del mandato da CT per alcuni allenatori tra dimissioni o ratifiche di decisioni già prese in precedenza. Tra la fase a gironi e quella ad eliminazione diretta hanno lasciato il proprio incarico Roberto Martinez del Belgio, Luis Enrique della Spagna, Otto Addo del Ghana, Paulo Bento della Corea del Sud, Gerardo Martino del Messico e Louis Van Gaal dell’Olanda.

L’addio di Tite al Brasile

Tite CT del Brasile
Tite, finita l’esperienza da c.t. con il Brasile – MilanWeb

Ai colleghi sopra citati si è aggiunto anche Tite. L’oramai ex allenatore del Brasile aveva già annunciato prima del Mondiale che il suo percorso con la nazionale verdeoro era terminato dopo quattro anni nei quali ha conquistato una Copa America ed è stato eliminato, per due edizioni consecutive dei Mondiali, ai quarti di finale.

Un addio annunciato ma comunque amarissimo quello di Tite con il Brasile uscito malamente ai rigori con la Croazia quando il match sembrava già vinto. Le lacrime di Neymar e compagni, distrutti per la sconfitta, resteranno una delle immagini simbolo di un Mondiale che il Brasile non vince ormai da vent’anni.

Ancelotti, l’affascinante indiscrezione dal Brasile

Ancelotti (©ANSA)

Toccherà a un nuovo c.t. provare a riportare la Coppa del Mondo in Brasile nel prossimo Mondiale che si disputerà tra quattro anni in Usa, Messico e Canada. La scelta della federazione verdeoro, complice l’assenza di eventi e match ufficiali almeno fino alla primavera, è attesa a inizio 2023.

Stando all’autorevole sito brasiliano Uol Esporte, tra i candidati a sostituire Tite sulla panchina del Brasile c’è anche Carlo Ancelotti. L’allenatore del Real Madrid, contattato già lo scorso ottobre, non avrebbe affatto chiuso all’ipotesi, con una disponibilità di massima a partire dal prossimo giugno quando si concluderà la stagione con i Blancos.

Ad avallare la possibile ipotesi Ancelotti ci sarebbe la volontà di Ednaldo Rodrigues, presidente della Federazione Brasiliana, il quale si è espresso favorevolmente all’idea di un c.t. straniero sulla panchina verdeoro.

Nel caso Ancelotti venisse scelto, il Brasile avrebbe la necessità di nominare un c.t. ad interim per gli impegni previsti in primavera. Dovesse diventare allenatore della Seleçao, Carletto ritroverebbe anche in Nazionale tre calciatori del Real Madrid (ovvero Vinicius, Rodrygo ed Eder Militao) oltre ad altri già allenati altrove come Casemiro e Thiago Silva.

Sempre stando ad Uol Esporte, il Brasile avrebbe pensato anche a Pep Guardiola. Quest’ultimo, tuttavia, avrebbe declinato l’offerta. Al momento, il concorrente principale per Ancelotti è Abel Ferreira, allenatore del Palmeiras con il quale ha vinto due Libertadores.