Zlatan Ibrahimovic, nuovo ruolo nel Milan: è più di un’idea

Ibrahimovic, oltre ad essere infortunato, è in scadenza a giugno e il club pensa a nuovi modi per far uso della sua preziosa esperienza

Altro che Maignan, chi rischia di diventare un caso è Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese è fermo praticamente da un anno, ma non ha mai smesso di seguire la squadra e fare da motivatore soprattutto nei confronti dei più giovani.

Infortunio Ibrahimovic
Ibra, nuovo ruolo nella società? – MilanWeb.it

Gli infortuni hanno condizionato il Milan a dover fare a meno di gran parte dei suoi campioni. Prima Ibrahimovic a fine stagione passata, poi Calabria, Florenzi, Maignan, ecc. Chi, tra loro, è diventato un caso singolare è proprio lo svedese che ormai da un anno intero non tocca il campo. Solo qualche allenamento sporadico tra un’iniezione e l’altra.

Zlatan è finito sotto i ferri dopo aver sopportato una condizione critica; lo svedese ha infatti stretto i denti per alcuni mesi e tirato dritto fino a fine stagione. Come racconta lui stesso, negli ultimi 6 mesi della passata stagione ha fatto un tour de force giocando senza il legamento del ginocchio. Motivo per cui è finito sotto i ferri e si è poi dovuto sottoporre a una ventina di iniezioni.

Nuovo ruolo per Ibrahimovic: il Milan fa sul serio

Se Maignan è giovane, in fase di recupero ed ha ancora molto da dare al Milan, purtroppo non possiamo dire lo stesso di Ibrahimovic. Come tutti noi sappiamo, lo svedese è un leone dentro e fuori dal campo, fisico e personalità strabilianti lo rendono un atleta unico. Questi fattori però non bastano, perché – come scrive la Gazzetta dello Sport – il dolore di Ibra pare si stia ripresentando proprio nel momento in cui l’attaccante stava spingendo per il rientro.

Ibrahimovic infortunio
Ibrahimovic spinge per tornare a giocare – MilanWeb.it

Ibrahimovic ha messo nel mirino la partita di San Valentino per ritrovare uno dei suoi grandi amori: il campo. Quella di Tottenham è una partita alla quale Ibra proprio non vuole mancare, innanzitutto per continuare il cammino del Diavolo in Champions League fino ad ora, poi perché potrebbe essere una delle sue ultime presenze in Europa. Proprio così, per quanto sia un campione e a 41 anni conservi un fisico praticamente impeccabile, la sensazione di molti è che non possa tornare agli altissimi livelli a cui ci ha abituati.

Per tali ragioni, Casa Milan sta valutando con lui la possibilità di affidargli un ruolo a bordo campo: durante questi mesi di assenza, Ibrahimovic non ha mai smesso di seguire la squadra in allenamento e durante i match, incalzando perfettamente il ruolo da motivatore che ogni squadra vorrebbe. Per adesso Pioli vorrebbe portarlo con sé a Riyad per il derby della Supercoppa contro l’Inter e, dopo il recupero dall’infortunio, lo svedese verrebbe utilizzato come alternativa a Giroud e jolly per la crescita di Lazetic.