Bomba Inter, cambia tutto all’improvviso: Simone Inzaghi col fiato sospeso

Il tecnico nerazzurro vivrà in apnea gli ultimi giorni di mercato: la trattativa sta impegnando a fondo la squadra dirigenziale

Non ci si è fatti mancare proprio nulla, in questa pazza sessione estiva di mercato, dalle parti di Viale della Liberazione, a Milano. Si è cominciato con l’arrivo di Marcus Thuram, soffiato a ‘zero’ al Milan dopo un corteggiamento durato mesi. Subito dopo, con un blitz che ha prodotto i suoi frutti, ecco il colpo Frattesi, seguito da tempo da Roma e Juve e, con un inserimento last minute, anche dai rivali cittadini rossoneri. Tutto liscio? Tutto tranquillo? Nemmeno per sogno.

Simone Inzaghi, tecnico dell'Inter
Simone Inzaghi in ansia: Pavard non è ancora arrivato (Ansa Foto) – Milanweb.it

A stretto giro di posta infatti, ecco arrivare l’incredibile dietrofront di Romelu Lukaku, proprio mentre lo scatenato Marotta, dopo aver ceduto Brozovic, stava raggiungendo l’accordo col Chelsea. Poi c’è stato il caso Scamacca, quasi già interista, salvo poi passare all’Atalanta con un improvviso assalto degli orobici, che hanno strappato il ‘sì’ al West Ham.

Il resto, lungi dall’essere normale quotidianeità, è storia recente. Le cronache hanno registrato infatti l’assurdo caso Samardzic e l’arrivo, forse troppo oneroso, di Marko Arnautovic alla Pinetina. Per ultimo, telenovela che non potrà durare mesi ma che sta regalando materiale in abbondanza, il caso Pavard. L’Inter sta facendo davvero di tutto per tesserare da subito il difensore transalpino del Bayern, ma ogni giorno sorge un nuovo problema. Vediamo le ultime novità.

Tuchel non molla, Marotta studia le alternative a Pavard

I nerazzurri hanno infatti messo sul piatto 30 milioni, con l’ok del calciatore arrivato ormai in tutte le lingue. La proprietà bavarese avrebbe anche accettato il rilancio dei meneghini – si tratta comunque di incassare un’ottima cifra considerando che il francese va in scadenza a giugno – ma in questo preciso momento ha puntato i piedi Thomas Tuchel. Il tecnico non è intenzionato a liberare il campione del mondo a Russia 2018 se prima il Bayern non gli trova un sostituto all’altezza. Compito arduo, se si pensa che mancano pochi giorni alla chiusura delle contrattazioni e che Pavard è un profilo di primo livello.

Benjamin Pavard, difensore del Bayern
Benjamin Pavard, in bilico tra Bayern ed Inter (Ansa Foto) – Milanweb.it

Succede allora che, al netto di ricerche di mercato che i teutonici starebbero compiendo per accontentare Tuchel, l’Inter ha già iniziato a guardrsi intorno. Se Pavard non dovesse arrivare è pronto l’assalto al Torino per Peer Schuurs, difensore olandese reduce da un’ottima prima stagione in Serie A con la maglia granata.

I colpi di scena, si sa, sono dietro l’angolo. Aspettiamoci che magari spunterà all’ultimo un terzo nome, forse quello giusto per tranquillizzare Inzaghi, che ha chiesto a gran voce un profilo difensivo che abbia un certo pedigree.

Impostazioni privacy