Milan, offerta contorta: prestito più un giocatore e riscatto

Il club rossonero, dopo la beffa Taremi ma prima di prendere Jovic, aveva provato ad intavolare un complicato scambio col Siviglia

Non sono certo mancate le sorprese nelle fasi finali del calciomercato estivo per il Milan di Furlani e Moncada. Dopo esser stato molto vicino, anzi vicinissimo, a tesserare Mehdi Taremi dal Porto – l’affare è saltato a causa di un dietrofront che lo stesso giocatore ha attribuito ai suoi agenti – il club di Via Aldo Rossi ha cercato fino all’ultimo di prendere un attaccante che potesse sostituire degnamente, in caso di necessità, Olivier Giroud.

Divock Origi, al centro di un affare di mercato
Divock Origi, è saltato lo scambio con la big spagnola (LaPresse) – Milanweb.it

Alla fine, dopo che già erano saltate le trattative per Broja del Chelsea e dopo che un blitz last minute per Duvàn Zapata non aveva prodotto gli esiti sperati, la dirigenza meneghina ha in qualche modo ‘ripiegato’ su Luka Jovic, l’attaccante della Fiorentina arrivato in prestito.

In attesa che, forse, a gennaio si possa fare un tentativo per un profilo di lignaggio superiore – il centravanti serbo potrebbe stupire tutti guadagnandosi, all’occorrenza, la fiducia di Pioli – spunta un retroscena di mercato che la dice lunga su quanto sia stata frenetica la caccia al sostituto dell’ex giocatore di Chelsea e Arsenal.

L’indiscrezione è riportata dal portale spagnolo ‘Relevo‘, che racconta di un tentativo fatto dal Milan per un calciatore militante nel Siviglia campione della scorsa Europa League.

Origi e soldi: il tentativo rossonero per l’attaccante nordafricano

L’idea last minute dello staff dirigenziale del Diavolo ha consistito nel proporre al Siviglia 5 milioni di euro per il prestito oneroso di Youssef En-Nesyri più altri 25 milioni per il diritto di riscatto. In cambio il Milan avrebbe girato il belga Origi (poi finito al Nottingham Forest) in prestito, con diritto di riscatto fissato a 5 milioni per il club andaluso.

La proposta è stata rifiutata dal Siviglia, che chiedeva 30 milioni di euro per il suo attaccante, e senza l’inserimento di contropartite tecniche. Ad ogni modo, sebbene il tentativo dell’ultimo giorno non sia andato a buon fine, il club meneghino potrebbe tornare più avanti su un profilo che evidentemente piace molto a mister Pioli.

Youssef En-Nesyri, il Milan ci ha provato
Youssef En-Nesyri, è saltato il clamoroso approdo al Milan (LaPresse) – Milanweb.it

L’eventuale ritorno di fiamma per En-Nesyri nel mercato invernale potrebbe essere giustificato dalla precaria situazione dell’attaccante marocchino nel club iberico: il contratto in scadenza nel 2025 non è infatti al momento oggetto di una proposta di rinnovo: i rossoneri potrebbero strapparlo al Siviglia a condizioni migliori anche di quelle avanzate il 1 settembre.

IL CALCIOMERCATO NON FINISCE MAI:
Non perdere nemmeno un colpo scarica l’app di Calciomercato: CLICCA QUI

 

Impostazioni privacy