Il Milan si è sentito ‘tradito’: non sarà lui il dopo Pioli

La lista del possibile sostituto del tecnico a fine stagione è lunga: un profilo sembra però tagliato fuori dalla corsa

La situazione sta precipitando in casa Milan. La sconfitta a San Siro contro il Borussia Dortmund rischia di essere un durissimo colpo per il club rossonero. Oltre alla quasi certa eliminazione dalla Champions League (per passare agli ottavi di finale il Diavolo deve vincere nell’ultimo turno sul campo del Newcastle e sperare che il Borussia Dortmund batta il Psg), con la conseguente grave perdita economica che potrebbe incidere anche sulle scelte di mercato, ad aver fatto scalpore è stata l’aria di rassegnazione che si respirava allo stadio.

Sostituto Pioli: un nome verrà scartato dalla società
Post Pioli, un nome scartato dalla società: motivo incredibile (LaPresse) – milanweb.it

I tifosi sono sembrati spenti, non coinvolti, anche quando il match era ancora in bilico. Un ambiente che non rispecchia il tifo rossonero che, specialmente negli ultimi anni, è stato un vero e proprio costante contributo alla squadra. Di certo c’è scoramento per gli ultimi risultati che hanno anche allontanato la squadra dalla vetta della classifica in campionato.

Ad incidere sono anche i tantissimi infortuni, la maggior parte muscolari, che hanno decimato l’organico di Pioli. L’allenatore è sotto accusa dai media e in molti vorrebbero il suo esonero, ma al momento non sembra che la società possa prendere una scelta così drastica. Quello che appare ormai scontato è che al termine della stagione l’avventura del tecnico sulla panchina rossonera giunga al capolinea.

Post Pioli, out un nome: il Milan si è sentito tradito

Per questo si stanno già facendo diversi nomi sul suo sostituto. Il sogno dei tifosi sarebbe l’arrivo di Antonio Conte: l’ex allenatore di Juventus e Inter viene reputata la persona adatta per la rinascita rossonera. Certo ha un contratto pesante e richieste precise dal mercato, per questo il suo arrivo potrebbe essere difficile. Altri candidati nomi che sono stati fatti sono quelli di Thiago Motta, De Zerbi e Potter.

Farioli scartato dal Milan: motivo incredibile
Post Pioli, Farioli fuori dalla corsa: Milan furioso (LaPresse) – milanweb.it

Un altro candidato che ha preso quota nelle scorse settimane sarebbe Francesco Farioli. L’allenatore italiano sta facendo benissimo in Ligue 1 con il Nizza e sta attirando molte attenzioni su di sé. Il giovanissimo tecnico (classe 1989) è arrivato in Costa Azzurra a luglio e al momento occupa il secondo posto in classifica ad un solo punto di distacco dal Psg.

Difficile però vederlo sulla panchina rossonera. L’allenatore è rappresentato dallo stesso agente di Marcus Thuram, dal quale Moncada e Furlani si sono sentiti presi in giro la scorsa estate. Il francese sembrava ormai ad un passo dal Milan, salvo poi cambiare idea e trasferirsi all’Inter. Proprio per questo motivo è complicato che i dirigenti rossoneri vogliano sedersi di nuovo al tavolo delle trattative con lo stesso agente. Per Farioli rimane, invece, decisamente aperta la pista Napoli: anche gli azzurri cambieranno tecnico a fine anno e lui è uno dei nomi in lizza.

Impostazioni privacy